Autonomia differenziata, la soluzione è quella dell’Emilia-Romagna?

Il quotidiano Italia Oggi, in un articolo di Carlo Valentini, traccia quello che potrebbe essere il percorso dell’autonomia differenziata. Di fronte alla richiesta di accelerazione della Lega, alla costante frenata del M5S, che al Sud ha gran parte del proprio bacino elettorale, ed alle proteste di movimenti meridionalisti e di alcuni dei governatori del Sud, secondo quanto pubblicato oggi da Italia Oggi, la soluzione sarebbe rappresentata dal modello di autonomia regionale reclamato dal presidente dell’Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini (PD).  “Conte e Tria – scrive Italia Oggi – hanno preso in mano il dossier emiliano e ritengono che questa sia la base che può consentire di uscire dal cul de sac: autonomia sì ma assai circoscritta e nessuna emorragia per il bilancio dello Stato”.  L’ipotesi eviterebbe il trasferimento di materie e relativi fondi avanzato con forza dal governatore del Veneto, scongiurando l’emorragia al bilancio dello Stato e a danno delle regioni del Meridione, denunciata a voce alta da economisti e governatori del Sud. Nei prossimi giorni la situazione sarà sicuramente più chiara. L’impressione è che non sarà l’ultima puntata di una telenovela che si trascina da troppo tempo, a fronte di un silenzio sulla questione meridionale ed in particolare, su quella perequazione infrastrutturale di cui ancora oggi non c’è traccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.